Skip Ribbon Commands
Skip to main content
The Web Part has timed out.
  
Si può usufruire nei limiti del “de minimis”, sia del contributo a fondo perduto previsto dal Bando che del contributo previsto dal Credito d'Imposta ?

Infine, se un'impresa ha già beneficiato del Finanziamento previsto dal Fondo Rotativo per le PMI - Misura Artigianato - ottenendo un finanziamento agevolato di euro 245.000, può partecipare a tale bando per altro programma di investimento?

Per conoscere se il credito d'imposta sia cumulabile rispetto alle agevolazioni concedibili con il presente Avviso, invitiamo ad approfondire la normativa di riferimento con la Circolare n. 12/E dell'Agenzia delle Entrate che introduce modifiche all'art. 1 comma 102 della Legge 208/2015.

L'aver beneficiato di altre agevolazioni ottenute su altri bandi non preclude la partecipazione a bando Artigianato Campano ma è necessario però determinare la quota di aiuto in regime "de minimis" ottenuta sull'importo del finanziamento beneficiato su altre misure.

Le garanzie reale\personale sul finanziamento possono essere sostituite da fidejussione assicurativa?

​Le garanzie richieste sono esclusivamente reali o personali, e saranno valutate in riferimento a ciascuna azienda richiedente.

La garanzia prevista nel paragrafo 19 del bando può consistere in un'ipoteca su un immobile di un soggetto terzo rispetto al richiedente il finanziamento oppure su una fideiussione prestata da un soggetto terzo rispetto al richiedente il finanziamento?

​Si, le garanzie richieste sono esclusivamente reali o personali, e saranno valutate in riferimento a ciascuna azienda richiedente, quindi in linea teorica le ipotesi proposte potrebbero essere accoglibili.

Un Centro estetico iscritto alla sezione artigiani della CCIIA , può partecipare al bando alla Linea B - Innovazione imprese artigiane?

​I soggetti destinatari della linea di intervento B - Innovazione imprese artigiane sono tutte le imprese artigiane (in forma singola o aggregata) operanti in tutti i settori non esclusi ai sensi del Regolamento (UE) n.1407/2013, iscritte al 31/12/2017 all'Albo Artigiani o annotate nell'apposita sezione speciale del Registro delle Imprese istituita presso le CCIAA o in possesso di requisito equipollente secondo la legislazione del Paese di appartenenza, qualora aventi sede in altro stato UE, che intendano proporre "interventi diretti all’innovazione di processo intesa come sviluppo della competitività delle imprese artigiane attraverso nuovi modelli di produzione e di business che utilizzino processi di digitalizzazione, al fine di diffondere, in tutti i comparti, l’acquisizione di tecnologie abilitanti, beni strumentali e nuove tecnologie, senza snaturare il carattere tipico di creatività e di manualità dell’impresa artigiana" come previsto dall’art. 7 dell'Avviso.

E' possibile acquistare i beni subito dopo aver presentato la domanda e se è possibile procedere al pagamento delle fatture di acquisto relative con mezzi propri e quindi non attendere l'accredito sul conto vincolato?

​Premesso che tutte le spese per essere ammissibili dovranno essere sostenute a decorrere dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda di aiuto, è possibile procedere al pagamento delle fatture seguendo le seguenti indicazioni:

I pagamenti effettuati tramite bonifico bancario da conto aziendale potranno essere recuperati dal beneficiario in sede di presentazione dello stato avanzamento con l'invio di tutta la documentazione giustificativa (copia del bonifico, copia e/c bancario, registrazione contabile del pagamento e delle fatture, quietanza liberatoria del fornitore, ecc) in cui verranno svincolati tali importi a favore del beneficiario.

In fase di compilazione della domanda per errore ho cliccato su "chiudi la domanda" anche se la stessa non è ancora completata. Come posso fare per riaprirla e continuare a modificarla?

​E' necessario contattare i nostri uffici inviando una richiesta a mezzo pec artigianatocampano@legalmail.it indicando il nome del proponente e le credenziali autorizzate con la richiesta di riapertura della domanda.

Tra le tipologie che attestino il titolo di disponibilità della sede oggetto d’intervento è previsto il comodato d’uso gratuito e se sì per quanto tempo?

L'art. 17 dell’Avviso prevede che in sede di stipula del contratto di finanziamento è necessario presentare:
"Titolo di disponibilità dell'immobile dove viene realizzato l'investimento, rilevabile da un idoneo titolo di proprietà, diritto reale di godimento, locazione o comodato, risultante da un atto o contratto costitutivo di tali diritti in data certa di fronte a terzi previamente registrato"

Ed inoltre il punto c) prevede di:
"mantenere la sede operativa all'interno della Regione Campania per 3 anni dalla data di sottoscrizione del Contratto di finanziamento"

Un'impresa di servizi di pompe funebri...?

DOMANDA
Un'impresa di servizi di pompe funebri, regolarmente iscritta all'albo delle Imprese artigiane in data antecedente al 31/12/2017, può partecipare al bando a valere sullo strumento "Artigianato Campano" e, nello specifico, alla Linea A per l'artigianato religioso? In caso affermativo può farsi finanziare, tra l'altro, anche l'autocarro per il trasporto della salma?


RISPOSTA

Come indicato all'art. 7 dell'Avviso, possono partecipare alla linea di Intervento A le imprese artigiane che operano nel settore dell'artigianato religioso e le cui produzioni di qualità riguardino i luoghi di culto e i territori campani attraversati dai cammini/pellegrinaggi o gli itinerari turistico-religiosi. I progetti potranno prevedere:

  • La realizzazione di produzioni tipiche di qualità legate alla creatività, alla manualità, all'arte e alle conoscenze dei territori.
  • L'integrazione verticale con altre imprese delle filiere culturali e turistiche e delle filiere dei prodotti tradizionali e tipici anche con l'utilizzo di soluzioni innovative/ICT.
  • La valorizzazione dei percorsi delle produzioni artistiche, delle botteghe storiche e degli antichi mestieri.
  • Gli interventi per potenziare l'identificabilità e tracciabilità delle produzioni.
Il credito d'imposta è cumulabile rispetto alle agevolazioni concedibili con il presente Avviso?
Invitiamo ad approfondire la normativa di riferimento con la Circolare n. 12/E dell'Agenzia delle Entrate che introduce modifiche all'art. 1 comma 102 della Legge 208/2015.
La Rete-Contratto così composta, è ammissibile alla selezione per la concessione...?
DOMANDA
Una S.R.L costituita in data 10.01.2018 e due piccole imprese artigiane MPMI intendono costituire una Rete-Contratto tramite rogito notarile e partecipare al Bando artigianato Campano, per la realizzazione della Linea di Intervento A.
Le due imprese artigiane possiedono il requisito di annotazione presso la sezione speciale del Registro delle Imprese presso una CCIAA del territorio regionale al 31.12.2017. La S.R.L. pur essendo in possesso di tutti i requisiti e essendo iscritta alla Camera di Commercio di Napoli in data 22.01.2018, non è annotata presso la sezione speciale del Registro delle Imprese presso una CCIAA del territorio regionale. La Rete-Contratto così composta, è ammissibile alla selezione per la concessione delle agevolazioni del Bando Artigianato Campano per la Valorizzazione del Territorio?


RISPOSTA
Si, infatti possono accedere alle agevolazioni le Reti di imprese che intendano realizzare un progetto di rete con almeno 2 imprese artigiane presenti. Quindi una Rete-Contratto composta da almeno due imprese artigiane annotate almeno al 31/12/2017 nella sezione speciale del Registro delle Imprese presso una CCIAA del territorio regionale è ammessa a partecipare all'Avviso Artigianato Campano.

La Srl costituita il 10/01/2018 può assumere il ruolo di capofila svolgendo il coordinamento delle attività delle imprese partecipanti al programma, senza però beneficiare dell'agevolazione e senza concorrere al raggiungimento dei requisiti di ammissibilità.

1 - 10Next
 
Registrati